Fonometri

Per saperne di più

I fonometri sono degli analizzatori di rumore che consentono di misurare il livello di pressione sonora in diversi ambiti come la sicurezza sul lavoro in contesti industriali, traffico stradale ed aeroportuale e nell’ambito dell’architettura ed ingegneria civile.

Come funziona un fonometro?

I fonometri (analizzatori di rumore) reagiscono al suono in maniera molto simile all’orecchio dell’uomo. Il dispositivo rileva il suono misurando la pressione emessa dalle onde sonore sul microfono di cui lo strumento è dotato. Il livello di pressione ottenuto dal fonometro viene trasformato in decibel e posizionato all’interno di una scala del livello di rumore per determinare il livello di sicurezza uditiva.

Quanti tipi di fonometri esistono?

La norma CEI EN 61672 (2003) distingue 4 classi di fonometri a cui corrispondono quattro livelli decrescenti di precisione per la rilevazione acustica:

  • Classe 0 – Fonometri da laboratorio di riferimento. Questi dispositivi sono in grado di compiere le misurazioni più accurate riducendo al minimo il margine di errore.
  • Classe 1 – Fonometri per misure da laboratorio o sul campo in condizioni acustiche definite. Questi dispositivi sono usati per misurazioni che hanno validità legale e devono essere sottoposti ad una taratura periodica ogni due anni (la taratura deve essere effettuata da enti accreditati dallo Stato).
  • Classe 2 – Fonometri per uso generale per misure sul campo. Vengono impiegati soprattutto in ambienti industriali e civili per misurare livello di rumore di macchinari, veicoli, motori etc.
  • Classe 3 – Fonometri utilizzati per condurre indagini preliminari sul campo. Verificano se vi sia una significativa violazione dei limiti stabiliti in materia di rumore. Questi dispositivi sono i meno accurati in termini di precisione, per questo il loro impiego è consigliato per le rilevazioni in quegli ambienti in cui il rumore è molto forte.
Chiama Ora